“Unione di terre e culture: Coldiretti Sardegna guida il progetto Sardinia Farmer’s Job”

DiRedazione

16/05/2024

Le aziende di allevamento della Sardegna hanno abbracciato il progetto pilota “Sardinia Farmer’s Job – Coltiviamo il lavoro”, promosso da Coldiretti Sardegna insieme al Distretto Rurale della Barbagia, il Ministero del Lavoro e l’Ambasciata del Kirghizistan. Con 25 aziende che hanno espresso interesse a partecipare, gli obiettivi iniziali del progetto sono stati già raggiunti. Un incontro a Ollolai ha segnato un momento cruciale di confronto per valutare lo stato di avanzamento del programma e delineare le prossime tappe.

All’incontro odierno hanno preso parte le aziende agro-pastorali della Sardegna insieme ai responsabili del progetto, tra cui il direttore di Coldiretti Sardegna, Luca Saba, che ha illustrato il percorso finora compiuto e la situazione attuale. Presenti anche il neo presidente del Distretto Rurale, Michele Virdis, i vertici di Coldiretti Nuoro-Ogliastra Leonardo Salis e Alessandro Serra, oltre ai sindaci di alcune delle realtà coinvolte.Il progetto mira a contrastare la carenza di manodopera nel settore agro-pastorale della Sardegna e lo spopolamento dei territori isolani. Un memorandum tra Coldiretti e il Kirghizistan è stato già firmato, con lavoratori kirghizi interessati al progetto pilota.Il presidente di Coldiretti Sardegna, Battista Cualbu, sottolinea le sfide delle imprese agricole sardine a causa della mancanza di manodopera qualificata, che incide negativamente sui costi di gestione. Luca Saba, direttore di Coldiretti Sardegna, mette in luce il rischio di chiusura di molte imprese pastorali a causa dell’invecchiamento della forza lavoro.Sindaci e aziende hanno mostrato grande apprezzamento e interesse nel progetto, che prevede prossime tappe come la selezione del personale kirghizo e ulteriori incontri con il Ministero del Lavoro.