La Maddalena. “Delfini guardiani dell’isola”, 300 bambini con Marevivo, a conoscere l’ambiente naturale

C’è stata lunedì scorso, a Caprera, l’ultima escursione, di quelle programmate nel mese di marzo. Sono 7 le classi della Scuola Primaria che partecipano, nelle classi di via Carducci (nella foto l’edificio scolastico) e di Moneta, con circa 300 alunni, al progetto nazionale di educazione ambientale, promosso e organizzato da Marevivo “Delfini guardiani dell’isola”, che nell’arcipelago si svolge con il supporto della cooperativa Isule e gode di un contributo del Parco Nazionale. Iniziativa questa in corso di svolgimento anche nelle scuole primarie delle isole Eolie, Egadi, dell’Elba, di Ustica, e della città di Milazzo, con coinvolgimento di circa 1600 tra bambine e bambini.

Quello che proponiamo ad alunni e docenti – ha affermato Laura Gentile, coordinatrice nazionale del progetto di Marevivo – non è solo un percorso di conoscenza dell’ambiente naturale e del mare, ma è anche condividere quel processo di riconversione culturale che ci riguarda tutti e che ci può consentire di vivere in armonia con il Pianeta”. All’esperienza outdoor si affiancano laboratori in classe per implementare e perfezionare quanto appreso grazie a metodologie attive e coinvolgenti e al supporto del “Blue Corner” donato da Marevivo a tutte le scuole partecipanti: un vero e proprio “angolo di mare” con attrezzature e materiali didattici specifici per supportare alunni e docenti sia durante le attività con gli operatori, sia in autonomia.

A febbraio, a La Maddalena, si sono svolti gli incontri nelle classi con le varie presentazioni ed illustrazioni mentre in questo mese di marzo si è passati all’aperto, portando ciascuna delle classi in escursione nell’isola di Caprera; nel borgo abitato di Stagnali, e poi delle pinete, tra la macchia mediterranea e in spiaggia, dove sono state constatate le presenze appartenenti a ciò che è naturale e ciò che non lo è, come le plastiche. Il progetto proseguirà ad aprile, con una escursione fuori La Maddalena, nella penisola di Coluccia (comune di Santa Teresa Gallura) mentre a maggio saranno ancora nell’arcipelago maddalenino. Al termine del percorso, gli alunni riceveranno il distintivo di “Guardiani dell’isola”, che darà loro il diritto di presentarsi, senza accompagnatori adulti, presso il proprio Comune o la Capitaneria di Porto per segnalare eventuali criticità di carattere ambientale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *