La Maddalena. Compagnia Barracellare: dall’antincendio a terra ai controlli a mare

Il Comune di La Maddalena rinnova la convenzione con la Compagnia Barracellare; una collaborazione particolarmente importante e utile su diversi aspetti, considerato che questa svolge servizio di vigilanza dei beni patrimoniali e proprietà comunali, di Protezione Civile e di antincendio (preminente su tutte le altre attività). Svolge inoltre attività di lotta al randagismo e animali vaganti, collabora su richiesta del sindaco con la Polizia locale e, dallo scorso anno, svolge attività di controllo e monitoraggio dei flussi turistici nelle isole dell’Arcipelago-Parco Nazionale. Composta attualmente da 26 agenti più il comandante, il capitano Salvatore Perra, la Compagnia Barracellare di La Maddalena è stata istituita nel 2015.

«Particolare attenzione è stata assicurata per il monitoraggio del forte impatto antropico, nei punti critici di Caprera – dichiara il comandante Perra, riferendosi al periodo estivo – intervenendo quando necessario sul blocco del traffico a Stagnali, con relativo contingentamento dei flussi, in armonia con le disposizioni annuale emanata dalla prefettura e relative alla viabilità, per il raggiungimento delle spiagge, assicurando nel contempo la circolazione dei mezzi antincendio di soccorso». Durante tutto l’anno invece sono proseguiti i controlli diurni e notturni relativi alle attività di contrasto agli illeciti amministrativi «elevando svariate sanzioni», per «campeggio abusivo, abbandono di spazzatura, errata conduzione degli animali in lungo pubblico, contrasto e comportamenti scorretti di civile convivenza ecc.».

La Compagnia Barracellare ha inoltre recuperato e smaltito «svariate carcasse di ibrido di cinghiale, deceduti a seguito di impatto con automezzi su strade pubbliche». Per quanto riguarda la campagna di eradicazione dell’ibrido di cinghiale, organizzata dal Parco Nazionale, i Barracelli sono stati impegnati nelle operazioni di vigilanza sulla viabilità e sicurezza, notturna e diurna, durante le attività di abbattimento.

Un altro ruolo, confermato quest’anno e attribuito l’anno passato, oltre a quello del controllo con la verifica del comportamento degli utenti nelle spiagge anche in relazione all’ordinanza sul divieto ai fumatori, è stato svolto, a mare, concernente «il monitoraggio delle imbarcazione da traffico, al fine di verificare la pressione antropica in aree sensibili».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *