Un nuovo progetto illuminotecnico esalterà la bellezza della cupola di San Paolo a Olbia

Grazie ad una collaborazione tra il Lions Club di Olbia, la Parrocchia Primaziale di San Paolo Apostolo e l’Amministrazione Comunale, nasce un’iniziativa che mira a impreziosire la città di Olbia con un dono di luce e bellezza. Il progetto illuminotecnico, destinato a esaltare la splendida cupola policroma della chiesa di San Paolo, non è solo un omaggio alla storica edificazione ma anche un simbolo di unità e cooperazione tra le varie realtà cittadine.

La chiesa di San Paolo, gioiello architettonico e spirituale di Olbia, è ufficialmente dedicata alla Conversione di San Paolo. Essa rappresenta il fulcro storico religioso della città, avendo svolto il ruolo di unica parrocchia fino al 1954. Situata nel punto più elevato di Olbia, la chiesa si erge come un monumento simbolo, ricco di storia e cultura. Le sue origini risalgono alla metà del XVIII secolo, costruita su fondamenta medievali e in luogo dove, come rivelato da studi archeologici, sorgeva il tempio dedicato a Ercole in epoca Greco-Romana.

Caratterizzata da una struttura rettangolare con tre cappelle, la chiesa assume la forma di una croce, al centro della quale troneggia una magnifica cupola, rivestita in maiolica policroma nel 1939. Il campanile, quadrato e maestoso, è interamente realizzato in granito, elemento che conferisce all’insieme un’imponenza solida e atemporale.

Il progetto di illuminazione prevede l’installazione di otto corpi illuminanti, dotati di un carter speciale per direzionare il fascio di luce sulla superficie della cupola, senza essere visibili dal basso. Questi saranno collocati strategicamente negli angoli della base del piano quadrangolare che sostiene la cupola, garantendo una diffusione della luce omogenea e mirata. In aggiunta, uno speciale faro sagomato e orientabile, munito di lenti focus, sarà fissato a un palo della pubblica illuminazione esistente, per illuminare la croce posta sulla sommità della cupola.

L’alimentazione del sistema illuminante sarà assicurata da un cavo elettrico, alloggiato all’interno di un tubo in acciaio zincato di colore grigio, della diametro di 25 mm, marchio Bticino. Questo percorrerà un tratto verticale adiacente al pluviale discendente e un tratto orizzontale sotto il canale di gronda, fissato da collari metallici a vite posizionati a intervalli regolari di un metro.

Questa iniziativa rappresenta non solo un gesto di valorizzazione del patrimonio culturale e artistico di Olbia ma anche un esempio di come la collaborazione tra enti e associazioni possa portare alla realizzazione di progetti che arricchiscono la comunità, promuovendo la bellezza e l’armonia urbana. Con l’illuminazione della cupola di San Paolo, Olbia vedrà accrescere il proprio fascino, offrendo ai cittadini e ai visitatori uno spettacolo di luci che celebra la storia, l’arte e la spiritualità della città.

Redazione

Redazione Teleregione Live - Sardegna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *