Concluse le operazioni di spoglio. Confermato un divario di circa 1600 preferenze. Ecco cosa accdrà

A sette giorni dalla conclusione delle operazioni di voto, i tribunali regionali hanno ripreso le attività finalizzate alla proclamazione ufficiale del nuovo governatore e dei 59 consiglieri eletti nell’Isola. Dopo aver completato lo scrutinio delle ultime 19 sezioni elettorali rimaste, si è dato inizio questa mattina alla fase di verifica dei verbali provenienti dai seggi. In questa fase verrà controllata la correttezza e la regolarità dei documenti e delle procedure adottate durante il processo elettorale.

Una volta completata la verifica, i documenti raccolti saranno trasferiti a Cagliari, presso l’Ufficio Centrale Elettorale della Corte d’Appello, che avrà il compito di redigere il verbale finale. Questo documento sarà fondamentale per la proclamazione ufficiale dei 58 consiglieri e dei due principali candidati alla carica di governatore, ovvero il presidente eletto e il secondo classificato.

Le informazioni raccolte indicano che la proclamazione dei risultati non avverrà prima di una settimana. Questo intervallo di tempo sarà utilizzato per assicurare che tutte le operazioni siano state condotte in modo trasparente e conforme alle normative vigenti, garantendo così l’integrità del processo elettorale. La conclusione di queste procedure segnerà l’avvio ufficiale del nuovo mandato governativo e consiliare, aprendo una nuova fase politica per l’Isola.

Redazione

Redazione Teleregione Live - Sardegna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *