La Maddalena. Brillamento di residuati bellici dal 5 all’8 marzo.

Operazioni di bonifica tramite rimozione di residuati bellici. Avranno luogonel mare di Caprera, da domani, martedì 5 fino all’8 marzo, come stabilisce l’ordinanza della Capitaneria di Porto di La Maddalena, che individua nel punto di coordinate Lat. 41°11.206’ N – Long. 009° 30.810’ E (WGS 84), l’attività di brillamento di residuati bellici da parte del Nucleo SDAI (Sminamento Difesa Antimezzi Insidiosi) di La Maddalena.

Detta ordinanza, firmata dal comandante Emiliano Santocchini, dispone che il punto di coordinate sopra indicato, ovvero ALFA 41°11.206’ N 009°30.810’ E, è interdetto di “2000 metri per la navigazione, la sosta, l’ancoraggio e qualsiasi attività subacquea e/o di superficie”.

L’articolo n.2 dell’ordinanza n. 24 (che ha allegato stralcio planimetrico che ne è “parte integrante”) stabilisce inoltre che i contravventori, salvo che il fatto non configuri un diverso e/o più grave illecito, saranno perseguiti ai sensi degli artt. 1174 e 1231 del Codice della Navigazione, ovvero ai sensi dell’art. 53 del Codice della Nautica da diporto.

Per quanto riguarda chi esegue le operazioni di brillamento, ovvero il Nuclei SDAI, questo ha 7 sedi in tutta Italia (2 in Sardegna), che sono appunto a La Maddalena, Cagliari, La Spezia, Taranto, Augusta, Ancona, Napoli. Ogni nucleo è comandato da un ufficiale qualificato subacqueo ed è composto da un numero variabile di sottufficiali e personale di truppa appartenenti alla categoria dei palombari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *