La storica imbarcazione del “Circolo Canottieri Olbia” incanta il pubblico di Torino

La storica imbarcazione del Circolo canottieri Olbia brilla a Torino nell’evento “Inverno sul Po”
Nel cuore del fine settimana, il Circolo Canottieri Olbia ha lasciato un segno indelebile nella prestigiosa competizione internazionale “Inverno sul Po”, tenutasi nella città di Torino e giunta alla 42esima edizione. Un gara rinomata nel calendario del canottaggio che ha visto la partecipazione di un’ambiziosa squadra olbiese, con una barca che ha catturato l’ammirazione generale: un imponente Karlish del 1972 con il quale i galluresi hanno navigato le acque del Po
Lungo 17 metri e 40, dotato di otto remi, questo gioiello storico del canottaggio ha attraversato il Tirreno per essere al centro della scena torinese, dimostrando che la passione e la dedizione sono valori che trascendono il tempo. La barca, per le sue dimensioni, ha richiesto un trasporto particolarmente impegnativo, essendo stata divisa in due sezioni da circa otto metri ciascuna, per facilitarne lo spostamento.
La competizione ha visto la presenza di oltre 2 mila atleti provenienti da ogni angolo del globo, ma il Circolo Canottieri Olbia si è distinto non solo per l’eleganza della sua imbarcazione ma anche per la versatilità e il talento dei suoi membri. La squadra gallurese si è presentata in diverse categorie, abbracciando un ampio spettro di età e esperienze: dall’allievo B al cadetto, passando per gli otto Under 17, i due Under 19, e l’Under 23, fino ai master, ruolo assunto da alcuni genitori degli allievi.
La guida tecnica è stata affidata a Roberto Ferrilli, allenatore del Circolo, che ha accompagnato i suoi atleti in questa avventura internazionale, dimostrando ancora una volta l’eccellenza e la professionalità che caratterizzano il canottaggio olbiese. Tra le riserve, Roberto Ferilli e Loredana Verdecchi nelle gare femminili, pronti a sostituire i loro compagni all’occorrenza.
Uno dei momenti più esaltanti del weekend è stato senza dubbio il successo di Stefano Testoni, il giovane cadetto che, insieme allo svizzero Varinot Victor, ha conquistato una brillante medaglia d’argento, portando in alto i colori del Circolo Canottieri Olbia su un palcoscenico internazionale.
Il prossimo appuntamento per il Circolo è fissato per il 18 febbraio con il Trofeo Uda Crobu Coppa Sotgiu-Bosa, un evento che promette di essere altrettanto emozionante e sfidante, dove il Circolo Canottieri Olbia sarà nuovamente pronto a dimostrare il suo valore e la sua passione per il canottaggio.

Redazione

Redazione Teleregione Live - Sardegna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *