Direzione Distrettuale Antimafia: in atto sequestri di beni anche ad Olbia

DiRedazione

12/02/2024

Dalle prime ore dell’alba di oggi, un’importante operazione di sequestro di beni è stata messa in atto dai Carabinieri del Comando Provinciale di Roma, interessando aree nella capitale, nella sua provincia e ad Olbia. L’operazione mira alla confisca di beni per un valore complessivo di 20 milioni di euro, appartenenti a un noto imprenditore sotto indagine per favoreggiamento di latitanti affiliati al clan camorristico Polverino.

Il decreto di sequestro, finalizzato alla confisca e emesso dal Tribunale di Roma, è stato richiesto dalla Direzione Distrettuale Antimafia e ha portato al blocco di una vasta gamma di proprietà. Tra queste figurano quattro ville di lusso, un complesso industriale, 144 unità immobiliari, diversi terreni, undici società e ventidue veicoli, molti dei quali di alta cilindrata.

Le indagini, condotte dalla sezione Misure di Prevenzione del Nucleo Investigativo di Roma dei Carabinieri, hanno permesso di delineare il profilo e la traiettoria criminale dell’imprenditore, individuando un patrimonio accumulato presumibilmente attraverso attività illecite. Dal 1996, l’uomo è stato implicato in una serie di reati legati sia alla sua attività imprenditoriale sia ad altri ambiti criminali. Tra questi, si annoverano usura, ricettazione, truffa, falsità in scrittura privata, sostituzione di persona, falsità in testamento olografo, bancarotta semplice, dichiarazione fraudolenta, omessa dichiarazione, realizzazione di discariche non autorizzate, violazione dei sigilli, violazioni relative agli stupefacenti, oltre al già menzionato favoreggiamento di latitanti del clan di Polverino.

error: Contenuto protetto