I due ragazzi ritrovati son in stato di fermo per tentata rapina mano armata

I due giovani scomparsi e ritrovati oggi dalla Polizia nella nelle campagne di Olbia, secondo le forze dell’ordine scappavano a seguito di una tentata rapina a mano armata ai danni di un esercente di Olbia.
La Polizia in una nota fa sapere che i minori saranno affidati al Centro di Prima Accoglienza competente. La vicenda è gestita dalla Procura dei minorenni di Sassari

MA COSA È SUCCESSO?

Il 26 gennaio, nelle caserme di Olbia i familiari sporgono denuncia di scomparsa dei loro figli minori. I giovani erano come spariti nel nulla, e le forze dell’ordine assieme a familiari e amici si sono subito mobilitate per trovarli.Le operazioni di ricerca sono iniziate immediatamente, coinvolgendo diverse unità come le Volanti del Commissariato, il personale del Reparto Prevenzione Crimine Sardegna, la Polizia di Frontiera, i Carabinieri e la Polizia Locale di Olbia. La Prefettura di Sassari ha emesso un Piano Provinciale di Ricerca Persone Scomparse, dando al Dirigente del Commissariato P.S. di Olbia il compito di coordinare le ricerche.Numerose segnalazioni, anche anonime, sono state analizzate per escludere ogni possibile scenario.Le ricerche non si sono limitate a Olbia ma si sono estese ai comuni circostanti, compresi quelli più interni. Gli investigatori hanno esaminato abitazioni, ruderi e strutture ricettive nella speranza di trovare indizi.In seguito, è emerso un nuovo sviluppo: i minori erano sospettati di aver compiuto una tentata rapina a mano armata in centro città prima di fuggire. Questo ha reso l’indagine ancora più complessa.L’attività investigativa e di ricerca ha richiesto l’utilizzo di una vasta gamma di strumenti, tradizionali e moderni, a causa delle difficoltà geografiche legate al territorio che spaziava da zone urbanizzate a remote aree di campagna e montagna, rendendo l’accesso e l’esplorazione complesse.Oltre alle sfide geografiche, le operazioni di ricerca sono state complicate dalla riservatezza di alcune persone e da un atteggiamento a volte restio a collaborare con le Forze dell’Ordine.Nel corso delle indagini, grazie all’azione investigativa operata dalla Procura per i Minorenni di Sassari, coordinata da Laura Andrea Bassani, i due giovani sono stati finalmente rintracciati. Sono stati fermati e ora dovranno rispondere delle accuse di tentata rapina. Saranno accompagnati al Centro di Prima Accoglienza competente per affrontare il procedimento legale.

Redazione

Redazione Teleregione Live - Sardegna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *