Olbia, successo per “lo sposalizio di Giuseppe e Maria” con oltre 200 coppie sposate

Quasi 200 coppie di sposi si sono ritrovati a Olbia per vivere lo sposalizio di Giuseppe il carpentiere e Maria la Madre di Dio, un’antica festa della Chiesa che affonda le sue radici nel XV secolo.


Fu Jean Gerson, Gran Cancelliere dell’Università di Parigi, morto nel 1429, a lasciare disposizioni testamentarie per la celebrazione di una messa in onore di questo matrimonio il 23 gennaio. Da qui, la ricorrenza è stata inserita nei calendari di diversi ordini religiosi, iniziando dai francescani e proseguendo con i servi di Maria, i domenicani, e i carmelitani. Anche se la celebrazione non è mai stata inserita nel calendario ufficiale della Chiesa per evitare ridondanza con la festa della Sacra Famiglia il 30 dicembre. Nella città gallurese l’incontro è stato organizzato dalla parrocchia di Nostra Signora de La Salette e da quella di Sant’Ignazio da Laconi.

A coordinare la giornata il Direttore diocesano dell’ufficio di pastorale Familiare don Gianfranco Cascioni
VIDEO – DON GIANFRANCO CASCIONI (domani intervista completa in tv)

Le coppie hanno vissuto un momento di riflessione e preghiera con il contributo di Nicoletta Musso e Davide Oreglia , artigiani delle relazioni, come amano definirsi. Una coppia di sposi che vive a Mondosì insieme ai loro cinque figli, impegnata nella pastorale familiare tenendo corsi e incontri in tutta Italia.

VIDEO NICOLETTA MUSSO
(domani intervista completa in tv)

Al termine dell’incontro gli sposi con in mano delle piccole candele sono entrati in chiesa mano nella mano e in un clima di preghiera e fede hanno rinnovato le promesse nuzionali.

DOMANI TRASMETTEREMO IL SERVIZIO COMPLETO DELLA SERATA
TELEREGIONE LIVE

Redazione

Redazione Teleregione Live - Sardegna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *