Porto Torres, la Guardia di Finanza ha sequestrato oltre un chilo di eronia e arrestato un corriere

I Finanzieri della Compagnia di Porto Torres hanno tratto in arresto un cittadino nigeriano, trovato in possesso di un ingente quantitativo di eroina.

Il 6 gennaio scorso, giorno dell’Epifania, nel corso degli specifici controlli posti in essere allo sbarco della motonave proveniente da Genova, i militari in servizio hanno individuato un passeggero appena sceso a piedi dalla nave, con bagagli a mano.

Alle prime domande dei finanzieri circa le motivazioni del viaggio e la destinazione finale, l’uomo ha fornito risposte incerte ed evasive, denotando un atteggiamento fortemente sospetto. Le fiamme gialle hanno pertanto approfondito il controllo con l’impiego del cane antidroga Karma, in forza alla Compagnia di Porto Torres e durante il controllo l’unità cinofila ha mostrato specifico interesse per lo zaino del passeggero, che è stato ispezionato immediatamente, consentendo di estrarne quattro involucri contenenti eroina bianca, per un peso complessivo di oltre 1,3 kg, risultata tale all’esito dei test speditivi.

L’eroina bianca (cloridrato di diamorfina), prodotta nell’area geografica nota come Triangolo d’Oro, formata da Birmania, Laos e Thailandia, è la più pura tra quelle esistenti nel mercato ed è chiamata anche eroina n. 4 perché richiede 4 processi di raffinazione contro i 3 dell’eroina base, nota come brown sugar, qualità maggiormente diffusa in questo territorio.

La sostanza stupefacente è stata sottoposta a sequestro e il cittadino nigeriano è stato tratto in arresto in flagranza di delitto e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria sassarese, che ne ha disposto un’immediata traduzione presso la locale casa circondariale di Bancali, con l’accusa di detenzione e trasporto illeciti di sostanza stupefacente

Redazione

Redazione Teleregione Live - Sardegna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *