La Maddalena. Elezioni regionali: un appuntamento che rischia di disgregare maggioranza consiliare e partiti

Se è incerto che La Maddalena riesca ad eleggere un proprio rappresentante in Regione (è successo soltanto due volte nella storia, dal dopoguerra in poi) sembra essere certo invece che la prossima consultazione elettorale potrebbe spaccare Amministrazione comunale e partiti.

Già lo si è visto nel PD, dove una parte degli iscritti andrà a sostenere la candidatura di Renato Soru (con l’ex coordinatore Mauro Bittu possibile candidato) piuttosto che quella di Alessandra Todde, presidente indicata della coalizione di centrosinistra; ma questa consultazione elettorale di fine febbraio crea non pochi problemi all’Amministrazione comunale del sindaco Fabio Lai, fino ad ora piuttosto granitica nella sua compattezza. Sono almeno due al suo interno le candidature, quella della vicesindaca e assessora ai lavori pubblici Federica Porcu (Fratelli d’Italia) e quella di Stefano Cossu, delegato alle Attività Produttive, Eventi e Artigianato, amico di Franco Cuccureddu nella coalizione di centrosinitra che vede Alessandra Todde candidata presidente.

Non è escluso tuttavia che qualche altro esponente della maggioranza consiliare si lasci tentare dalle lusinghe di ipotetica elezione, o comunque sia disponibile per una candidatura di servizio. Per tornare poi al centrosinistra, potrebbe essere un medico un altro candidato isolano, a sostegno della Todde.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *