L’Incubo dei cantieri: un 33enne di Quartu Sant’Elena colto in flagranza a Cagliari mentre ruba i portafogli

Cagliari è stata teatro di una serie di furti avvenuti nei cantieri edili, che sarebbero stati orchestrati da un 33enne di Quartu Sant’Elena, già noto alle autorità per reati simili. Il giovane, disoccupato e audace, è stato denunciato per furto aggravato dai Carabinieri della Stazione di San Bartolomeo, che hanno raccolto prove a suo carico grazie alle immagini delle telecamere di videosorveglianza.

Il modus operandi del ladro si basava sull’opportunità e sulla conoscenza della routine dei lavoratori edili. Si introduceva nei cantieri mentre gli operai erano concentrati sulle loro mansioni, approfittando del fatto che spesso lasciavano giubbotti e thermos del pranzo in un’area diversa da quella operativa. In un balletto furtivo, il giovane riusciva a sottrarre i portafogli senza destare sospetti.

Almeno due sono gli episodi contestati alle spalle del 33enne, entrambi testimoni della sua audacia criminale. Il primo furto si è consumato l’11 dicembre a Cagliari, in via Aquilone, con un operaio di 38 anni che è diventato la sua vittima. Il secondo episodio si è verificato dieci giorni dopo, in via dei Cigni, coinvolgendo un muratore di 45 anni.

Il giovane è stato colto in flagranza due giorni fa, quando ha cercato di replicare il suo modus operandi. I Carabinieri, prontamente intervenuti, lo hanno fermato dopo un vano tentativo di fuga in bicicletta. La sua cattura ha portato alla luce una serie di furti simili, alimentando il sospetto che ci possano essere altre vittime che non hanno ancora denunciato.

Redazione

Redazione Teleregione Live - Sardegna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *