Medio Campidano, countdown su facebook per uccidere l’ex compagna: arrestato dai carabinieri.

Non accettava la fine della loro relazione e perseguitava la ex con appostamenti fuori dal luogo di lavoro e dall’abitazione. Così l’8 novembre scorso, negli uffici di una Stazione Carabinieri del Medio Campidano, una trentasettenne del luogo ha presentato una richiesta di ammonimento da parte del Questore di Cagliari nei confronti del suo ex compagno, un sessantenne, originario di un paese vicino. I Carabinieri hanno predisposto una sistematica attività di vigilanza sia nel luogo di lavoro sia nell’abitazione. Era intervenuta una vigilanza generica radio collegata (VGR), decisa dal Prefetto di Cagliari in sede di comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, in accordo con i massimi esponenti delle forze dell’ordine. La donna aveva però ancora rilevato la presenza dell’ex compagno, che aveva visto per strada. Questi aveva anche postato sul proprio profilo personale Facebook un “countdown”, fissando una scadenza. A breve avrebbe ammazzato lei e poi se stesso. Alle 22 di ieri la donna, alla fermata dell’autobus è stata avvicinata dall’ex compagno, che le aveva chiesto spiegazioni sulla fine della loro relazione e pretendeva di avere un ultimo incontro chiarificatore. A quel punto l’uomo è stato prima fermato dai carabinieri nel frattempo intervenuti, e poi dichiarato in arresto per il reato di “atti persecutori” e condotto nella Casa circondariale di Uta. Ieri l’autorità giudiziaria ha convalidato l’arresto.

Redazione

Redazione Teleregione Live - Sardegna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *