Porto Torres, al via i lavori di restauro del ponte romano. A disposizione ci sono oltre 4 milioni di euro


I lavori di restauro del ponte romano di Porto Torres sono ufficialmente iniziati e si protrarranno per i prossimi due anni. Un finanziamento totale di 4 milioni di euro è stato messo a disposizione dal Ministero. Questi interventi di restauro e consolidamento rappresentano la fase culminante di un approfondito processo di studio volto a comprendere appieno il monumento, elemento fondamentale per la fase progettuale. L’obiettivo principale è garantire la salvaguardia e la valorizzazione di questo patrimonio, restituendolo al pubblico attraverso la creazione di un percorso pedonale.

Il primo progetto, risalente al 2008 e sviluppato dall’allora Soprintendenza per i Beni Archeologici delle province di Sassari e Nuoro, ha posto le basi per questa importante iniziativa. Tuttavia, è stato solo nel 2018 che il segretariato regionale del Ministero della Cultura per la Sardegna, su impulso della attuale Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio delle province di Sassari e Nuoro, ha stanziato i fondi necessari per il consolidamento e il restauro del ponte.

In seguito, nel 2020, durante la pandemia, il progetto esecutivo e la direzione dei lavori sono stati rivisti attraverso una procedura di gara aperta. Dopo un’approfondita fase di analisi sulla forma, gli elementi strutturali e i materiali di costruzione, è stato elaborato un piano per il consolidamento strutturale delle spalle, delle pile e delle arcate. Questo piano include anche la conservazione delle superfici lapidee sia del ponte che del basolato emergente dopo la rimozione del manto stradale, oltre alla realizzazione di un percorso pedonale sopraelevato e illuminato lungo l’intero sviluppo del ponte. Questa soluzione consentirà di rendere percorribile il ponte senza danneggiare il basolato romano.

Il progetto esecutivo è stato approvato, e a maggio del 2023 è stata avviata la procedura di affidamento dell’appalto dei lavori. Questa procedura si è conclusa con l’assegnazione del contratto alla ditta Archeo&restauri s.r.l. di Franco Simonelli, per un importo totale di 2.039.957,19 euro.

Redazione

Redazione Teleregione Live - Sardegna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *