Tra i carciofi vendeva anche la Cannabis, commerciante denunciato

Un imprenditore di 35 anni di Cagliari, attivo nel settore alimentare e titolare di un’azienda agricola, è stato denunciato dai carabinieri per produzione e detenzione illegale di sostanze stupefacenti. Durante un controllo tra gli stand della sagra del carciofo di Villasor, i militari hanno individuato una confezione di cannabis light da 200 grammi esposta sul suo banco di prodotti agricoli. Il commerciante, tuttavia, non possedeva le autorizzazioni necessarie né per la coltivazione né per la vendita della cannabis e deteneva illegalmente altri 72 chili di droga presso la sua azienda.

Il commerciante, gestore di un’azienda agricola nel Medio Campidano, non risultava essere un venditore autorizzato di canapa sativa light. Alle richieste di spiegazioni dei carabinieri, ha mostrato solo alcune fatture relative all’acquisto di semi di cannabis leciti, con un tenore di THC inferiore allo 0,6%, rispettando i parametri europei.

Successivamente, durante l’ispezione dell’azienda, i militari hanno scoperto che il commerciante non aveva un codice Ateco per coltivare la cannabis light e aveva immagazzinato il prodotto semilavorato senza le dovute autorizzazioni. Nel corso del sequestro sono stati rinvenuti oltre 72 chili di presunta marijuana light, oltre a materiale utilizzato per la preparazione di olio di cannabis e un bilancino di precisione. I carabinieri hanno dichiarato che saranno eseguiti specifici esami di laboratorio per valutare la tossicità della sostanza.

Redazione

Redazione Teleregione Live - Sardegna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *