Olbia, ecco come prevenire la “febbre del Nilo”

In seguito alla nota informativa della Assl Gallura, sul rafforzamento delle misure di prevenzione, sorveglianza ed interventi in risposta alla circolazione del virus della West Nile Disease (WND) e dell’Usutu, il sindaco Settimo Nizzi ha adottato un’ordinanza al fine di porre in essere tutte le opportune iniziative di prevenzione dirette alla popolazione generale ed alle categorie di soggetti maggiormente esposti.

«Lo scopo è quello di potenziare la capacità della collettività e degli individui di ridurre i focolai di sviluppo larvale del vettore e procedere all’adozione delle necessarie misure di prevenzione individuali. – afferma Nizzi – La situazione attuale non desta particolare preoccupazione, ma proprio per questo dobbiamo agire subito per evitare che il virus possa diffondersi».

Nello specifico, l’ordinanza dispone che non siano abbandonati negli spazi aperti pubblici e privati oggetti e contenitori di qualsiasi natura e dimensione (copertoni, bottiglie, lattine, bidoni, barattoli, sottovasi, ecc.) nei quali possa raccogliersi acqua piovana stagnante in quanto potenziale sede di sviluppo delle larve di zanzare; di procedere, ove si tratti di contenitori o serbatoi non abbandonati, alla loro chiusura mediante coperchi o teli e, qualora non sia possibile, favorire il regolare ricambio di acqua o lo svuotamento settimanale per evitare lo sviluppo dei focolai di larve di zanzare nelle acque stagnanti; di svuotare le fontane e le piscine non in esercizio o di evitare il ristagno di acqua; di tenere sgombri i cortili e le aree aperte da erbacce, da sterpi e rifiuti di ogni genere, e sistemarli in modo da evitare il ristagno delle acque meteoriche o di qualsiasi altra provenienza; di provvedere, in caso di attività di cantiere o in casi simili, alla sistemazione del suolo in modo da evitare raccolte di acque.
Il sindaco raccomanda inoltre ai cittadini di utilizzare insetticidi e repellenti cutanei e, all’aperto, indossare indumenti di colore chiaro che coprano la maggior parte del corpo.

Redazione

Redazione Teleregione Live - Sardegna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.