Acqua: Olbia e Monti chiedono la costruzione di una nuova diga

I due sindaci, Settimo Nizzi ed Emanuele Mutzu, hanno sottoscritto una richiesta formale indirizzata all’Assessorato dei Lavori Pubblici e all’Agenzia del Distretto Idrografico della Sardegna.

«Si ritiene oramai matura la necessità di intervenire con la realizzazione di una infrastruttura che, crediamo fortemente, sia indispensabile. – afferma Nizzi – Per questo, d’accordo con il sindaco Mutzu, si è chiesto di realizzare una diga sul Rio Seleme, a Punta Perincana, con annessa una Mini-Centrale Idroelettrica per la produzione di energia. Un passo davvero fondamentale per la crescita del nostro territorio».

«La risorsa idrica rappresenta una delle condizioni essenziali per lo sviluppo, sia dal pinto di vista agricolo che turistico. – afferma Mutzu – Questa idea esiste da decenni e ora, con i nuovi fondi europei, ci sono i presupposti per concretizzarne la realizzazione. Il territorio avrebbe a disposizione una riserva di acqua pura, situata ad una altitudine tale da consentire la produzione di energia elettrica e la distribuzione a caduta dell’acqua per l’intera zona».

Con la realizzazione dell’opera, peraltro già inserita nella stesura del primo piano delle Acque della Sardegna e oggetto di indagini geognostiche, si andrebbe a garantire per i Comuni Di Oschiri, Berchidda e Monti risorse per il comparto Irriguo e Idropotabile; per i Comuni Di Olbia, Golfo Aranci e Loiri Porto San Paolo risorse per l’idropotabile; inoltre, l’interconnessione tra i territori del Monte Acuto e della Gallura porterebbe ad affrontare in modo più efficiente i periodi di emergenza.

22/03/2022 – Olbia e Monti uniti per una nuova infrastruttura volta a superare il gap infrastruttturale del territorio nel settore idrico.

I due sindaci, Settimo Nizzi ed Emanuele Mutzu, hanno sottoscritto una richiesta formale indirizzata all’Assessorato dei Lavori Pubblici e all’Agenzia del Distretto Idrografico della Sardegna.

«Si ritiene oramai matura la necessità di intervenire con la realizzazione di una infrastruttura che, crediamo fortemente, sia indispensabile. – afferma Nizzi – Per questo, d’accordo con il sindaco Mutzu, si è chiesto di realizzare una diga sul Rio Seleme, a Punta Perincana, con annessa una Mini-Centrale Idroelettrica per la produzione di energia. Un passo davvero fondamentale per la crescita del nostro territorio».

«La risorsa idrica rappresenta una delle condizioni essenziali per lo sviluppo, sia dal pinto di vista agricolo che turistico. – afferma Mutzu – Questa idea esiste da decenni e ora, con i nuovi fondi europei, ci sono i presupposti per concretizzarne la realizzazione. Il territorio avrebbe a disposizione una riserva di acqua pura, situata ad una altitudine tale da consentire la produzione di energia elettrica e la distribuzione a caduta dell’acqua per l’intera zona».

Con la realizzazione dell’opera, peraltro già inserita nella stesura del primo piano delle Acque della Sardegna e oggetto di indagini geognostiche, si andrebbe a garantire per i Comuni Di Oschiri, Berchidda e Monti risorse per il comparto Irriguo e Idropotabile; per i Comuni Di Olbia, Golfo Aranci e Loiri Porto San Paolo risorse per l’idropotabile; inoltre, l’interconnessione tra i territori del Monte Acuto e della Gallura porterebbe ad affrontare in modo più efficiente i periodi di emergenza.

Redazione

Redazione Teleregione Live - Sardegna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.