IL GIORNO DEL RICORDO TRA ARTE E MUSICA NELLA SCUOLA DI ISTICADEDDU

Gli alunni della scuola superiore di I grado, i loro docenti, la dirigente, il vicesindaco Sabrina Serra e il comitato di quartiere di Isticadeddu. Tutti insieme per onorare la Giornata del ricordo, un impegno di civiltà e rievocazione della tragedia attraverso le parole, l’arte e la musica, ma anche un dovere previsto dalla legge 92 del 2004 che ha istituito la Giornata “al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre, degli istriani, fiumani, e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale”. Ancora una volta la sede di Isticadeddu dell’Armando Diaz di Olbia non è rimasta in silenzio e si è fatta protagonista per fare della storia anche triste e dolorosa come in questo caso, occasione di riflessione e memoria. La commemorazione della tragedia di quelle terre ricche di cultura, ma ferite dal sangue ha fatto degli studenti e delle studentesse operatori e costruttori di pace. Perché chi conosce e ricorda ha la possibilità di non ripetere gli stessi errori. Al loro fianco i docenti in particolare il gruppo di coordinatori della speciale mattinata: Cristina Oggiano, Alessandro Sammatrice e Maria Grazia Lo Muto. Tanti i momenti organizzati, tutti particolarmente emozionanti, come l’intervista a Marisa Brugna vittima dell’esodo istriano condotta da Gian Mario Dettori, docente della Diaz.

Marisa Brugna, vittima dell’esodo istriano.
Gian Mario Dettori

Nel cortile della scuola sono stati esposti i lavori realizzati dai ragazzi in questi mesi di preparazione e studio degli eventi drammatici della seconda metà del novecento.

Parole di incoraggiamento sono state espresse a tutti i protagonisti della mattinata dalla dirigente Fabiola Martini. Al termine, in un clima di silenzio e commozione i Maestri e docenti di strumento della scuola: Alessandro Sammatrice (clarinetto), Roberto Broglia (percussioni), Mattia Deiana (pianoforte) e Nicoletta Careddu (chitarra) hanno eseguito Oblivion di Astor Piazzolla.

I docenti della scuola eseguono Oblivion di Astor Piazzolla

Archiviata la Giornata del ricordo, domani 11 febbraio, vedrà gli studenti della Diaz di Isticadeddu impegnati in un altro progetto che a tappe va avanti dall’inizio dell’anno, quello legato all’imprenditorialità, curato dalla docente Cristina Oggiano. Ospite d’eccezione sarà Solinas, un rappresentante dell’azienda d’acqua Smeraldina che ha sede a Tempio Pausania. La visita sarà l’occasione per affrontare il delicato tema dell’acqua, preziosa e indispensabile risorsa naturale.

Redazione

Redazione Teleregione Live - Sardegna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.